L’età forte – Simone de Beauvoir. Si può non volere ciò che si vuole

Ero felice, e questo per il momento mi bastava. Però no non bastava. Non era affatto questo che mi ero aspettata da me. Non tenevo più un diario intimo, ma a volte mi capitava ancora di buttar giù qualche parola su un taccuino. “Non posso rassegnarmi a vivere se la mia vita non serve a niente”, scrivevo nella primavera del 1930; e, un po’ più tardi, in giugno: “Ho perduto il mio orgoglio perciò ho perduto tutto”. Mi era successo di vivere in contrasto col mio ambiente, ma mai con me stessa; durante quei diciotto mesi imparai che si può non volere cio che si vuole, e di quale disagio sia causa questa irresolutezza. Mi davo con trasporto a tutti i beni di questo mondo, e tuttavia, pensavo, essi mi allontanavano dalla mia vocazione: stavo tradendo me stessa, mi stavo perdendo. In certi momenti prendevo prendevo sul tragico questo conflitto. Oggi penso che non ce n’era di che; ma  a quel tempo ero sempre pronta a far montagne di ogni piccola cosa. Che cosa mi rimproveravo in sostanza? Prima di tutto l’eccessiva facilità della mia vita; al principio mi inebriò, ma presto ne provai un certo disgusto.

Annunci

One thought on “L’età forte – Simone de Beauvoir. Si può non volere ciò che si vuole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...